martedì 1 novembre 2011

Un Galliano da sogno

Ho già parlato giorni fa del fascino della fisarmonica, strumento tradizionalmente popolare, entrato solo in tempi recenti nel mondo della classica o del jazz grazie a una serie di artisti che lo hanno valorizzato sviscerandone tutte le potenzialità con originalità e inventiva.

Come scrivevo,
Richard Galliano - classe 1950, francese di origini italiane - è certo il più rappresentativo tra questi non solo per l'indiscussa bravura di esecutore, ma per la straordinaria novità delle sue composizioni e interpretazioni che hanno svecchiato il modo di suonare la fisarmonica e il repertorio che ne consegue.

Famosissimo per la sua collaborazione con Piazzolla e per aver rinnovato non solo il tango, ma anche la musette - il tradizionale valzer popolare francese - rivisitandola con l'inserimento di nuovi ritmi, Galliano è però anche cultore di quei compositori classici che non poco hanno contribuito alla sua formazione.
Primo fra tutti Bach, accostato ai tempi del conservatorio e profondamente amato ancora oggi soprattutto
ne L'arte della fuga e nelle Suites per violoncello, ma anche in diversi altri brani e concerti ai quali il fisarmonicista ha dedicato un cd.
Sintesi di antico e moderno, di contemporaneità e tradizione, dunque, da parte di un artista profondamente creativo e versatile.

L' "Opale Concerto
" che propongo qui oggi nello splendore del suo secondo movimento, fonde proprio elementi classici con la ricerca di sonorità inedite.
E' una melodia malinconica il primo tema che ci si presenta, un ricordo dell'antica
musette con il suo colore nostalgico e la sue atmosfere parigine, ma ben presto aperto a suggestioni nuove - almeno per uno strumento come la fisarmonica - che si allargano verso la parte centrale del brano.
Questa si snoda sull'onda di un'orchestra dalle sonorità sempre più ampie e profonde che - grazie anche all'uso frequente della dissonanza - si dilatano in un'atmosfera indefinita di grande fascino.
Un brano ricco di incanto e non privo di reminiscenze classiche : se infatti all'inizio, vi possiamo ritrovare echi del Valzer triste di Sibelius
, successivamente vi si coglie qualche ricordo di Dvorak, in particolare della Danza slava N.2.

Ricerca del nuovo quindi, coniugata però sempre col sapore della tradizione classica e delle proprie origini
che Galliano riprende e rivitalizza con grande sensibilità.

Buon ascolto!

13 commenti:

LaFlautista ha detto...

Super bello! Ascoltati anche Paris Montmartre (mmm... te ne ho già parlato? ;) ) con l'accompagnamento della fisarmonica... bellissimo! Bacini...

Annamaria ha detto...

Grazie Chiara!
Seguirò il tuo consiglio!
Ti abbraccio!

Annamaria ha detto...

Mi scuso in anticipo con chi eventualmente lascerà un commento
se non potrò rispondere subito.
Sarò via qualche giorno.

Ma torno.....

simplymamma ha detto...

scopro solo oggi questo blog. sono una musicista, pianista ed insegnante...davvero complimenti!!! ti seguo.

lui ha detto...

ciao...interessante .... dolce ascoltare...
ciao...un sorriso..
luigina

Ambra ha detto...

Adoro il suono della fisarmonica.
Anch'io sono stata assente per una decina di giorni, ma ora riprendo i miei giri per blog.
A presto allora.

Sandra M. ha detto...

Stupendo. E'come passeggiare sul lungo Senna e avere di tanto in tanto la mente altrove.

Iride Libera ha detto...

Meraviglioso....come anche il Valzer di Sibelius, lo adoro.

Annamaria ha detto...

Simplymamma, benvenuta qui!!!!
Che bello! Chissà quante cose potrai insegnarmi dalla tua esperienza di musicista e pianista!
Grazie del tuo apprezzamento e a presto!

Annamaria ha detto...

Bello, Luigina, ricevere un sorriso!
Lo ricambio con grande affetto!

Annamaria ha detto...

Ambra, come vedi, sono tornata anch'io, e...pensa un po'...sono stata - tra le altre cose - sulla tomba di Chopin!!!
A prestissimo!

Annamaria ha detto...

Sandra, è proprio vero. E manco a farlo apposta, in questi giorni ero proprio sul lungo Senna!!!!
Ciaoooooo!!!!

Annamaria ha detto...

IrideLibera, vero che questo brano è meraviglioso???!!!
Grazie della tua condivisione e a presto!