domenica 21 settembre 2014

Non compleanno

Vi ricordate la storia di "Alice nel paese delle meraviglie" ???
Tutte le persone di una certa età - ma senza dubbio anche molti giovani - avranno in mente la bionda fanciulla creata da Lewis Carroll che, in sogno, entra in un mondo di fantasia incontrando tante creature bizzarre.
Viene così coinvolta in svariate avventure all'interno delle quali regna talora la sproporzione con la realtà circostante e la vita diventa necessariamente una continua ricerca di equilibrio. 
Il "paese delle meraviglie" infatti, è un luogo in cui tutto è rovesciato in un continuo scambio tra alto e basso, grande e piccolo e i dialoghi con le figure che la protagonista incontra sono pieni di indovinelli e significati nascosti.

E' a questo proposito che mi è tornata in mente una singolare ricorrenza che troviamo nel seguito della storia intitolato "Attraverso lo specchio", e in particolare nell'episodio in cui Alice incontra la figura di Hampty Dumpty: il Non compleanno!
E' un'idea che mi è sempre piaciuta perchè, contraria al convenzionale concetto di festa cui siamo abituati, ne trasferisce la gioia dallo straordinario al quotidiano. Non più evento unico nel corso dell'anno finito il quale tutto ritorna nella monotonia o nel grigiore, ma l'esatto e interessante capovolgimento delle cose, un'idea giocosa, ma non priva di un suo senso profondo.  
In realtà, siamo stati abituati a festeggiare la meta, ma non le fasi del cammino; il compimento, ma non la strada affrontata; mentre la favola insegna che è bello e possibile anche il contrario.
Non più scintille e bollicine per un solo giorno, ma la sorridente volontà di festeggiare ogni momento, nella consapevolezza che un traguardo importante e atteso non nasce in 24 ore, ma si costruisce lungo un percorso fatto di tempo e scandito da eventi spesso piccoli e tuttavia non per questo meno significativi.
E poi, vogliamo considerare il vantaggio di essere in festa per 364 giorni ? Allora evviva il Non compleanno!!!

Tutto questo discorsino per dire che, oggi, ho deciso di festeggiare uno dei 364 Non compleanni del mio blog!....(Ah, ah, capito dove volevo arrivare???)
E' pur vero che "Gioire in Musica" arriverà a quattro anni tra meno di un mese e potevo aspettare, ma...che volete?...quest'idea, con la sua aria più leggera e informale, mi ha intrigato. 
E allora festa sia, dedicata a tutti coloro che passano di qui, conosciuti e sconosciuti, amici vecchi e nuovi!!!
Non ho torte o pasticcini, ma con un po' di immaginazione potete accomodarvi qui sopra alla tavola dove Alice, il Cappellaio matto, il Leprotto bisestile e il Ghiro - lo vedete, piccino!, che occhieggia da una teiera? - prendono il tè.

Siete tutti invitati: da voi aficionados che, con pazienza infinita, commentate il blog dai suoi esordi o quasi, a voi che vi siete aggiunti strada facendo. 
Da chi passa saltuariamente per un saluto, a chi resta in silenzio davanti al computer ad ascoltare, o magari ogni tanto manda un messaggio, una parola di incoraggiamento, segnali di fumo insomma come fossimo indiani in lontane praterie, che mi aiutano - non immaginate quanto! - a tener vivo il focherello dell'entusiasmo.
A tutti grazie della vostra presenza e della vostra sensibilità!!!
E' proprio questa condivisione talora esplicita, talaltra sotterranea e nascosta ma non meno vera, ad unirci nel segno della Musica e a rendermi sempre più convinta della necessità, ora più che mai, di restare ancorati alla Bellezza.

Allora, la mia gratitudine si esprime oggi attraverso una creazione leggera e festosa e non poteva essere che un brano di Mozart: il primo tempo, "Allegro", del "Divertimento in Re maggiore K.136", una forma musicale molto in voga nel Settecento appunto per celebrare gioiose ricorrenze.
Scintillante vivacità e scorrevolezza sono le caratteristiche di questo pezzo per archi scritto dal compositore a soli sedici anni (!) e che i componenti del "Quatuor Ebène" con la loro fusione strumentale rendono, a mio avviso, splendidamente.
Ci fanno infatti percepire il tono brioso del brano e la sua trasparenza, insieme a qualche lieve tocco malinconico - incantevole il pizzicato del violoncello! - che prelude a quello che sarà poi il Mozart più intenso e maturo.

Buon ascolto!
(e naturalmente buon Non compleanno a tutti!!!)

 

18 commenti:

Ambra ha detto...

E allora mi siedo a tavola anch'io a sorseggiare il the, mentre mi accompagna l'allegra, briosa musica di Mozart. E quindi a te Buonissimo Non Compleanno.

Mondod'Arte di S.Pia ha detto...

Evviva!!!
Amo festeggiare il contrario e l'inverosimile!
Auguri cara Annamaria e grazie per la dedica.
Smack, smack. ��

Annamaria ha detto...

Grazie Ambra, e naturalmente gli auguri sono anche per tutti voi!!!

Annamaria ha detto...

Hai ragione, Pia, ogni tanto ci vuole: uscire dalle convenzioni per guardare le cose da un altro punto di vista!
Auguri a te e buona giornata con Mozart!!!

egle eglissima ha detto...

BUON NON COMPLEANNO al tuo Blog, cara Annamaria! Adoro Carrol, grande maestro di semiotica. "Alice nel Paese delle Meraviglie" è un libro per studiosi di linguistica, ma va bene anche per i bambini. Ha la ricchezza di molti piani di lettura. Festeggiamo allegramente il NON ANNIVERSARIO del tuo Blog con l'allegria raffinata di Mozart e mezza tazza di tè.
Un abbraccio.
egle

Annamaria ha detto...

Davvero, cara Egle, quello che colpisce in "Alice nel paese delle meraviglie" è la molteplicità di piani di lettura, come dici tu, e di significati. Un libro ricchissimo, ma pieno anche di quella leggerezza di cui sempre abbiamo bisogno.
Buon Non Compleanno anche a te sulle note di Mozart e un abbraccio!!!

Krilù ha detto...

E allora Buon Non Compleanno a te e a tanti di noi, lasciandoci trasportare sul filo di questa trascinante musica.

Annamaria ha detto...

E anche a te, carissima Krilù!!! Un grande abbraccio nella gioia di questo brano di Mozart!
Buona serata e grazie di essere passata di qui!!!

Sandra M. ha detto...

Splendido abbinamento musicale . E ribadiamo pure che "il viaggio" è la vera parte emozionante. La meta è solo il punto fermo finale.
Grazie per tè.
A presto.

Annamaria ha detto...

Grazie a te, cara Sandra!!! Il viaggio sì, il viaggio è la parte essenziale che costruisce la gioia della meta raggiunta!!!
A presto!!!

Nella Crosiglia ha detto...

Sai amore mio, che io no so da quanto tempo il blog che ho ereditato è sul web?
Ma in una cosa sono con te..festeggio sempre la festa del non compleanno, sono una Alice clonata e desidero vivere al fondo di questo albero incantato!
Evviva la fantasia...
Bacio speciale amica cara!

Annamaria ha detto...

Bellissima, cara NELLA, l'immagine di un'Alice clonata!
Evviva la fantasia, proprio!
Ti abbraccio!!!

Stefyp. ha detto...

Mi piace e mi affascina il suono del violoncello e questo pezzo di Mozart è davvero incantevole. Un po' in ritardo voglio partecipare anch'io alla festa, l'idea mi piace..i pasticcini saranno finiti ma Buon "non compleanno" .... Ti lascio un saluto e un sorriso, Stefania

Annamaria ha detto...

Cara Stefania, sì, questo pezzo di Mozart è splendido e, più ancora che nella versione orchestrale, proprio in questa per quartetto d'archi. E concordo: il violoncello è magnifico!
Quanto ai pasticcini della festa...non finiscono mai, come gli abbracci e i sorrisi!!!
Grazie!!!

Ninfa ha detto...

"Alice nel paese delle meraviglie" è un libro che non amato molto da piccola perchè non mi coinvolgeva come altre storie, però è una favola che ho riscoperto da adulta e che ora è tra le mie preferite. Mi piacciono tutti i suoi folli personaggi, quindi accetto ben volentieri il tuo invito a sedermi con te e con loro per il bellissimo rito del tè!
Mi piace molto la tua idea di festeggiare in questo modo, con un "non compleanno" gli anni del tuo blog. Hai proprio ragione quando parli dell'importanza del cammino, del "giorno dopo giorno" e lo sappiamo bene tu, io e tutti i blogger che proseguono la loro avventura già da alcuni anni...quattro anch'io come te. Quindi tanti e tanti auguri e grazie a te perchè ci trasporti ogni volta con entusiasmo nel meraviglioso mondo della musica e dell'arte in genere, guidandoci con parole sempre profonde e attente. Ciao!

Annamaria ha detto...

Cara Ninfa, l'entusiasmo me lo dà proprio il meraviglioso mondo della musica, insieme alla gioia impagabile di regalare a chi passa di qui note e melodie di ieri e di oggi.
E il bello di quest'avventura di blogger si costruisce proprio giorno per giorno, come dici anche tu, guardando dentro e fuori di noi e cercando di mantenerci sensibili e veri.
Quanto ad "Alice nel paese delle meraviglie", concordo con te: è più un libro per adulti, tale è la sua complessità di piani e significati.
Grazie della tua condivisione da blogger praticamente coetanea!!!!
Ti abbraccio forte e auguroni anche a te!!!

Lorena Chiarugi ha detto...

Poesia allo stato puro. Voi che ne capite certamente di musica più di me, cosa ne pensate di questo cantante qui:
https://www.youtube.com/watch?v=-LOl-pKNOYI

Annamaria ha detto...

Grazie, Lorena, del tuo apprezzamento e della segnalazione. Andrò a vedere.
Buona serata!