domenica 14 novembre 2010

Gran Premio....

Domenica di delusione, questa, per la Ferrari.
Ad Abu Dhabi, Alonso è finito al settimo posto e ha vinto il tedesco Vettel su Red Bull aggiudicandosi gara e titolo mondiale.


Ma mentre passo distrattamente e intenta ad altro davanti alla tv (devo confessarlo, non ho un animo sportivo!), mi arrivano le note dell'inno nazionale tedesco e, come sempre, mi catturano perchè è un pezzo classico!!!

La sua musica infatti è stata composta da F.J. Haydn nel 1797 per Francesco II, Imperatore del Sacro Romano Impero. Il brano è divenuto in seguito l'inno nazionale tedesco ed è ancora oggi quello della Germania unificata.

Su questo stesso tema, esistono anche delle
Variazioni per pianoforte sempre di Haydn e il II Movimento del suo più famoso Quartetto per archi op.76 n.3.

Interessante, a mio avviso, scoprire la differente atmosfera che si respira negli altri due brani.

Dal tono solenne e marziale - come è giusto che sia - del vero e proprio inno, si passa alla versione per solo piano che, pur mantenendo una certa vivacità, addolcisce la melodia arricchendola di sapienti e sempre più elaborate variazioni, fino ad arrivare alla meravigliosa versione del quartetto per archi.

Qui, il tema, enunciato all'inizio con grande semplicità, si addentra con dolcezza struggente nell'animo dell'ascoltatore e si approfondisce creando un clima di meditazione sempre più intima e sommessa.

Buon ascolto!




6 commenti:

Stella ha detto...

Ieri delusione grande sì...

Ma il brano che hai postato ripaga ampiamente!

Annamaria ha detto...

Grazie Stella della tua attenzione e del tuo ascolto!
A presto!

amicusplato ha detto...

Che fai, Annamaria, parteggi per il nemico??

Scherzo, ovviamente!

Di bello, nella tristissima serata di ieri, c'era in effetti solo la musica di Haydn...

Belle le tue considerazioni e molto stimolanti i confronti tra le varie versioni del brano.

Anch'io ritengo che l'inno tedesco sia tra i più belli del mondo, per merito di Haydn ovviamente :-) L'ho anche scritto a suo tempo

http://semperamicus.blogspot.com/2010/05/un-magnifico-squillo-di-tromba-haydn.html

Ma non dirmi che ieri non hai sofferto... :-(

Ciao!

Annamaria ha detto...

Grazie del tuo commento Antonio amicus!
Avevo già visto l'articolo su Haydn nelle mie peregrinazioni nel tuo blog.
E' vero che Haydn è schiacciato tra altri grandi, ma ha scritto cose grandissime! Prendi per esempio La Creazione e Le Stagioni.
Per me sono opere immense!!!

Ciao!

amicusplato ha detto...

Lo sono, lo sono, specialmente la Creazione... ;-)

Carla, i colori...pensieri della mia mente. ha detto...

ciaoo Annamaria.
ho avuto modo di leggere la tua poesia sul blog di Stella.
I miei complimenti
Mi inserisco fra i tuoi lettori, se vuoi fare altrettanto...

http://artecarlacolombo.blogspot.com

ciaooo