martedì 27 ottobre 2015

Nella patria del violino....


Sì, proprio nella patria del violino si è tenuto domenica scorsa il dodicesimo incontro del nostro ormai consolidato gruppetto di amici blogger. 
E' stata Cremona infatti - città di Antonio Stradivari, della più raffinata liuteria e di tanto altro splendore artistico nonchè gastronomico - la cornice di questo appuntamento autunnale atteso con gioia da tutti i partecipanti.
Mi è capitato di osservare già in passato che il tempo gioca a nostro favore. Ed è stato così anche stavolta perchè - complice appunto il trascorrere degli anni e la condivisione dell'esperienza di blogger - abbiamo goduto di una crescente familiarità e di un'intesa sempre più facile e spontanea.
Un clima di distensione e di allegria ci ha quindi accompagnato per tutti i momenti del nostro incontro, tra rinomate bellezze artistiche e squisiti piaceri della tavola.
Inoltre, la coincidenza di date con la tradizionale Festa del Torrone - studiata con occhio sopraffino dalle nostre instancabili organizzatrici Ambra, Sandra ed Erika - ha reso la giornata ancor più piacevole e gustosa in tutti i sensi.

Mattinata trascorsa tra le sale del Museo del Violino, ad ammirare gli splendidi Stradivari, Guarneri, Amati e non solo, ma anche ad osservarne - attraverso filmati e foto - le varie fasi costruttive, dal legno grezzo fino alla realizzazione dell'oggetto finito. Sequenze che ci hanno illustrato l'affascinante arte della liuteria, consentendoci di apprezzare meglio i vari strumenti nelle loro decorazioni, nel colore ricco di calda intensità e nella nitida finezza di suono. 
Un'esposizione di assoluta meraviglia, dagli esemplari più antichi e preziosi fino al singolarissimo violino muto di Pietro Grulli, usato nell'Ottocento per studiare e dotato di una cassa armonica molto ridotta in modo che il suono venga percepito solo dall'esecutore.
Successivamente, visita al Duomo, davvero sontuoso nella sua ricchezza artistica, dove non è mancata un'emozionante sorpresa: un concerto d'organo offerto ai visitatori! Impagabile ascoltare nientemeno che la "Toccata e fuga in re minore" di Bach sul prestigioso organo "Mascioni", sentendosi attraversare l'anima dalle potenti vibrazioni dello strumento! Un autentico, inaspettato regalo!
Poi, pranzo in uno dei più rinomati ristoranti della città per gustare le specialità locali e pomeriggio nella splendida e affollatissima piazza ad attendere il corteo storico organizzato in occasione della festa. 
Infine, giro per bancarelle e pasticcerie, tra dolciumi vari, torroni di ogni tipo e violini di cioccolato, con la tentazione di cedere a una crisi di shopping compulsivo che - chissà mai perchè....eh?! - ha improvvisamente contagiato parte dell'allegra brigata.

E per commentare la piacevolezza di quest'incontro nella patria di Antonio Stradivari, il brano di musica non può essere che per violino. 
Si tratta del "Cantabile e valzer in Mi maggiore op.19" di Niccolò Paganini (1782 - 1840) pezzo composto, come ricorda il titolo, da due parti ben distinte nel ritmo e nella melodia. La prima, nella sua dolcezza e - appunto - nella sua distesa cantabilità, serve quasi da introduzione alla seconda dove il violino, qui accompagnato dal pianoforte, ci regala un valzer vivace e garbatissimo.
Anche se non si tratta di un brano di carattere spiccatamente virtuosistico come altri del compositore, il canto di Paganini è sempre ricco di fioriture e lo si avverte chiaramente in diversi passaggi.
E mi sembra che il suo ritmo possa rispecchiare un po' il passo del nostro gruppetto per la vie della città: un'andatura pacata per consentire il dialogo, uno sguardo ai monumenti, un sorriso, uno scambio di confidenze, un'esplosione di risate. La gioia e la gratitudine, insomma, di una giornata tra amici felicemente ritrovati, insieme a un pensiero di affetto per chi - questa volta - ci ha seguito solo col cuore, ma che ci auguriamo d'incontrare al prossimo appuntamento.

Buon ascolto!

30 commenti:

Rita B ha detto...

Ciao Annamaria! Io ero presente solo sabato ed è stato comunque molto piacevole conoscere alcuni di voi! Inoltre adesso ho scoperto il tuo bellissimo blog musicale! Spero di incontrare anche te in uno dei prossimi incontri! Ciao e buona musica!!!

Ambra ha detto...

Il binomio perfetto tra Paganini e le meraviglie dei violini che ci guardavano dalle vetrine del museo. Sapevo che avresti scritto uno splendido post pieno di osservazioni minute e raffinate insieme con le tracce della cordialità e sintonia che ci hanno uniti in questo nuovo indimenticabile incontro.

Annamaria ha detto...

Benvenuta qui, Rita, e grazie di esserti iscritta la mio blog!
Mi è spiaciuto davvero non poterti conoscere domenica scorsa e scusa se, nell'entusiasmo del racconto del mio post, ho dimenticato di dire che il raduno dei blogger in realtà era già iniziato il sabato!
Spero anch'io che ci possiamo incontrare in una prossima occasione. Nel frattempo passerò a trovarti nel tuo blog ricco di bellezze e squisitezze mantovane.
A presto!!!

Annamaria ha detto...

Carissima Ambra, ieri sera, tra le numerose mail che tutti ci siamo scambiati, tu hai parlato di una coralità di emozioni e sentimenti che ci unisce come in un cerchio magico.
Bene: è proprio così!!! E lo splendore della musica ce lo conferma.
Un abbraccio e ancora grazie a te di tutto!!!!!

Stefano Davanzo ha detto...

Mi unisco al coro di mail e commenti, un'altra indimenticabile esperienza tra blogger.
Un abbraccio Ste

egle eglissima ha detto...

Bellissima esperienza quella di Cremona assieme con i tuoi amici blogger. Mentre leggevo sentivo il profumo del legno lavorato dai liutai con una brezza odorosa di torrone.
Grazie per il bellissimo pezzo di Paganini. E con l'augurio che queste tue belle esperienze si ripetano, ti mando un abbraccio.
egle

Stefyp. ha detto...

Ho avuto modo di apprezzare da Ambra le varie fotografie e le sue impressioni sul vostro incontro, qua trovo il completamento e le emozioni che questo brano di Paganini ha saputo fiorire nel mio cuore...(per usare un'espressione tua, che ben si addice a questo brano). Tutto davvero fantastico e una punta di rammarico...si sa..per essermi persa tutto questo. Un gruppo magnifico il vostro, che mi ha fatto piacere conoscere, almeno in fotografia...Una volta riuscirò ben anch'io ad esserci...mi farebbe molto piacere conoscervi di persona. Bando alle ciance, è stato bellissimo lasciarsi trasportare da questa musica e dalle tue parole, grazie. Un abbraccio Stefania

Annamaria ha detto...

Certo, Stefano, un altro indimenticabile incontro che ci resterà nel cuore anche grazie a te e alle tue splendide foto!!!
Un abbraccione!!!

Annamaria ha detto...

Sì, Egle, questi incontri tra blogger di stagione in stagione si fanno davvero sempre più ricchi e intensi.
Grazie del tuo commento e un abbraccio!!!

Annamaria ha detto...

Cara Stefania, come avrai letto nel blog di Ambra, nella sua perfetta organizzazione programma gli incontri con largo anticipo. Allora puoi cominciare a pensarci per essere con noi la prossima volta. Sarebbe davvero bello conoscerci di persona.
Grazie del tuo commento e un abbraccio di nuona serata!!!

Pia ha detto...

Ciao Annamaria come va?
Ho letto questo tuo resoconto artistico e di cuori e non ho potuto fare a meno di congratularmi con te per tutto ciò che hai raccontato mirabilmente.
Avere la possibilità di ammirare capolavori artistici insieme agli amici di penna è meraviglioso, sono felice che siate sempre capaci di farlo ogni anno.
Ti abbraccio forte carissima e perdonami la mia prolungata assenza nel commentare.
Ti abbraccio forte, buon Mercoledì! Ciao!

Sandra M. ha detto...

Eh, come sempre sai scegliere come accompagnare parole e immagini.
Che bella domenica.
Grazie Annamaria, a presto.

Annamaria ha detto...

Grazie di essere qui, cara Pia!
Ho visto che da qualche tempo hai rinnovato splendidamente il tuo blog su Google plus, ma lì non riesco a postare commenti. In ogni caso, ti leggo e ti ringrazio per la tua presenza piena di un affetto che ricambio di cuore.
Buona giornata a te un abbraccio!!!

Annamaria ha detto...

Bellissima domenica, cara Sandra, piena di sorriso e di quel clima di schietta gioia che si respira tra amici.
Grazie a te e a presto!!!

RobbyRoby ha detto...

Ciao
mi ha fatto piacere conoscervi. Ringrazio Ambra perchè è tramite il suo blog che ho saputo di questo incontro. Abitando a Cremona mi dispiaceva non incontrarvi.

Annamaria ha detto...

Grazie, cara RobbyRoby!!! E' stato bello vederci a Cremona, sia pure per breve tempo! Speriamo ci siano altre occasioni per incontrarci. Intanto lo faremo qui attraverso i nostri blog: grazie di esserti iscritta al mio!!!

Stefano ha detto...

Come al solito sei sempre brava a descrivere, sia con le parole
che con la musica, le emozioni che abbiamo anche ascoltato tutti insieme
l'organo del bellissimo Duomo di Cremona.
Bravissima!!! A presto e un caro abbraccio
Stefano G.

Beatris ha detto...

Come ho già visto e letto da Ambra, il vostro è stato un incontro entusiasmante, pieno di sorrisi e occhi gioiosi!
Un abbraccio e buona giornata da Beatris

Annamaria ha detto...

Grazie, Stefano! Davvero una grande emozione ascoltare quella toccata di Bach all'organo, senza contare l'effetto sorpresa!!! E la musica ci ha fatto sentire tutti in particolare sintonia.
A presto e un abbraccio!!!

Annamaria ha detto...

Cara Beatris, quando vorrai essere dei nostri, sarà una gioia per tutti!!!
Grazie di esser passata di qui e un abbraccio anche a te!!!

Carmine Volpe ha detto...

grazie del bel resoconto

Annamaria ha detto...

Grazie a te Carmine di essere passato qui!!!

Silvana Planeta ha detto...

Ciao, carissima Annamaria! Che bella la descrizione del vostro affiatato gruppetto in giro per Cremona e bella anche (come sempre!) la scelta musicale. Un abbraccio.

Annamaria ha detto...

Grazie, Silvana carissima! Sì, il gruppetto è proprio affiatato...e perchè non fai un pensiero per il prossimo appuntamento? Se vai nel blog di Ambra, trovi tutto!!!
Ti abbraccio!!!

Silvana Planeta ha detto...

Perché no, carissima Annamaria? Un abbraccio.


Annamaria ha detto...

Bene, cara Silvana, pensaci!!! E un abbraccio di buon weekend!

Nella Crosiglia ha detto...

Ma perchè devo sempre seguirvi con il cuore sulle note di questo delicatissimo brano, mentre avrei voglia di seguirvi con le gambe?
Un bacio + stritolo!

Annamaria ha detto...

Vedrai, NELLA, che capiterà l'occasione in cui potrai spiccare il volo dal tuo "eremo" e quando riusciremo a incontrarci tutti sarà una grande festa!!!
Bacione!!!

Ninfa ha detto...

Quando ho scritto che più l'Arte la si conosce, più la si apprezza pensavo a te Annamaria, a te che sei una sensibile conoscitrice della musica e che di conseguenza immagino tu abbia potuto immergerti con maggior passione nella visita del Museo. Però non dispero che grazie alla tua guida io riesca sempre più ad ampliare la mia conoscenza della musica classica e dei violini non solo di cioccolata...a proposito, quelli purtroppo me li sono persi! Grazie per questo bel post, ricordo di una bellissima domenica trascorsa insieme. Stavolta per noi due un po' "di corsa" a parte il tranquillo momento del pranzo, ma sempre molto piacevole. L'incontro ravennate sarà sicuramente per me più slow...non vedo l'ora!

Annamaria ha detto...

Anch'io non vedo l'ora dell'incontro ravennate, cara Ninfa, sperando possa essere un po' più slow, appunto!!! A Cremona certamente tornerò per rivedere il Museo del violino. Quello della musica infatti è un mondo sorprendente che non finisce mai di stupirti.
Grazie del tuo commento, carissima, e un grande abbraccio!!!