mercoledì 2 novembre 2016

Oggi la musica non gioisce....
















 
Norcia: rosone di una delle chiese crollate dopo la scossa di terremoto del 30 ottobre 2016.

 Antonio Lotti (1667 - 1740): "Crucifixus in do minore a otto voci".

4 commenti:

egle eglissima ha detto...

Grazie di questo coro che tocca l'anima ferita, la terra ferita, i paesi e le persone feriti da tanto interminabile strazio prodotto dal sisma.
Un abbraccio.
egle

Annamaria ha detto...

Sì, Egle, questo di Lotti è un testo magnifico, di fortissima suggestione, un coro adatto allo strazio interminabile che tante persone stanno vivendo!!!
Un abbraccio a te e grazie!!!

Arwen Elfa ha detto...

Ciao Annamaria - questo terremoto è stato tremendo - mi sembra ancora più del solito ..... sembra non voler finire - è un vero strazio pensare a quei poveri paesi ed a quelle persone che hanno perso tutto.
Nuova Follower del tuo Blog.
Partecipando all'incontro Blogger di Milano organizzato da Ambra e non conoscendo quasi nessuno dei blog partecipanti ho pensato di conoscere meglio i vari blogger passando a trovarli sul loro blog, come prima mossa. Spero che vorrai darmi il follow back per il Rifugio degli Elfi http://ilrifugiodeglielfi.blogspot.it/
Buona giornata e settimana.

Annamaria ha detto...

Ciao Arwen Elfa e benvenuta in questo blog!
Mi fa piacere sapere che ci conosceremo di persona prossimamente a Milano, ma hai fatto bene a cominciare a familiarizzarti con i nostri spazi virtuali.
Prometto che anch'io verrò a trovarti quanto prima nel "Rifugio degli elfi".
Grazie, buona serata e a presto!!!