sabato 19 settembre 2015

Musica per le grandi occasioni

Passa il tempo, ma tenere in vita questo blog continua ad essere per me una splendida avventura ricca di interesse per svariati motivi.
Uno dei più importanti è certamente il fatto che il contatto con la musica e con voi che ascoltate, mi sollecita sempre ad imparare, consentendomi di scoprire nuovi autori e nuovi brani con tutta la ricchezza che ne consegue.

Mi ha regalato infatti l'abitudine alla ricerca e all'ascolto, un'abitudine che non stanca perchè avere a che fare con la musica significa trattare una materia viva, capace di suscitare ogni volta risonanze impensate. 
Talora si tratta dell'incontro con autori per me sconosciuti, e qui devo ringraziare alcuni di voi per i preziosi suggerimenti; altre volte si tratta del desiderio di approfondire la conoscenza del panorama compositivo di musicisti già ben noti. 
Ma, al di là di questo, periodicamente si rinnova in me il bisogno di tornare a una fonte di splendore altissimo e di bellezza inesauribile come Bach.

Così, mi sono trovata ancora una volta a navigare su youtube tra cantate e mottetti, fughe e invenzioni, presa dalla nostalgia di uno di quei brani fatti di energia pura, proprio come il pezzo che ho deciso di postare qui oggi. 
Si tratta del primo movimento della Cantata BWV 129 "Gelobet Sei der Herr, mein Gott", scritta dal compositore per la festa della SS.Trinità, un brano che - come accade in parecchie altre sue creazioni - fonde rigore e fantasia, profondità e leggerezza attraverso architetture vive, gioiose e scintillanti che ci afferrano coinvolgendoci nel loro splendore.

Certo, lo so: se si considera che Bach ha riferito le sue numerosissime Cantate sacre ai vari momenti dell'anno liturgico, questa, dedicata alla festa della SS.Trinità, risulta ora decisamente fuori tempo ed ero quasi tentata di rimandarne la pubblicazione.
Ma poi mi sono detta: "E perchè mai aspettare???...." 
Una ricorrenza non si esaurisce nel giorno preciso della sua celebrazione anche se lì ne vive il culmine, e in fondo cosa impedisce che ogni momento possa essere festa come nelle grandi occasioni, se ne coltiviamo in cuore il significato??? Secondo me anche Bach, che con le sue note ha fatto risplendere ugualmente ricorrenze importanti e giorni, diciamo così, ordinari....sarebbe d'accordo!!!
Allora, confortata da queste considerazioni, eccomi qua a proporvi proprio il brano citato.

La "Cantata BWV 129" mette in musica un testo del teologo tedesco Johannes Olearius (1611 - 1684), un inno di lode alla SS.Trinità vista come fonte di creazione, vita, luce, salvezza e conforto. Si comprende quindi come la caratteristica principale del movimento che apre la composizione sia la gioia, una gioia espressa - prima ancora che dal coro - da fiati, timpani e da un organico orchestrale particolarmente scintillante. 
Ne deriva un andamento animato e festoso, una fantasia corale dove Bach ci conduce attraverso una varietà di passaggi e costruzioni contrappuntistiche che sembrano portarci sempre più in alto, quasi volesse esortare chi ascolta a rallegrarsi proclamando con forza la propria lode.

Tutti sappiamo quanto Bach sia maestro di preghiera attraverso la sua musica che - a cominciare dalle Passioni - ne ha scandagliato di volta in volta ogni atteggiamento: dalla lode al lamento, dal giubilo all'invocazione e al grido.
E' tipico, infatti, della sensibilità bachiana leggere un testo addentrandosi in esso fino a tradurne in note lo spessore esistenziale, con una comprensione altissima sia dell'interiorità umana che dell'universo della fede.
Per questo, nel pezzo di apertura della "Cantata BWV 129" la lode - viva e reiterata - risulta al tempo stesso sorprendente, come se il progressivo salire della musica ci introducesse nel cuore di una comunicazione sempre più sublime e tuttavia non rarefatta, ma concreta fino al punto di toccarci.
Ci troviamo di fronte alla stessa grandiosità delle Suites per orchestra, ma l'aggiunta del coro ci attrae in un vortice polifonico potente come una cascata di grandi acque, dandoci proprio la percezione di essere raggiunti e toccati dalla gioia.
Particolarmente pregevole, a questo riguardo, anche la direzione di Gardiner che ho preferito ad altre interpretazioni per il suo ritmo veloce che - pur mantenendo intatto il rigore della composizione - la rende più energica, movimentata e leggera.

Un gioiello musicale di assoluto splendore, quindi, un regalo per le grandi occasioni non solo segnate sul calendario, ma nascoste nel cuore del quotidiano: note che ci prendono in una gioiosa circolarità di Amore e con le quali Bach ci conduce fino alle soglie del Mistero.

Buon ascolto!

16 commenti:

silvia de angelis ha detto...

Una musica raffinata, su cui porre notevole attenzione, per la validità strumentale
e la creatività del suo famoso autore
Buona serata e un sorriso, mia cara, silvia

Ambra ha detto...

E hai fatto benissimo a non rimandare. Non avremmo potuto godere di questo splendido pezzo che rallegra l'animo con la sua leggerezza e la sua gioiosità.

Annamaria ha detto...

Grazie del tuo apprezzamento, cara Silvia! Un sorriso a te insieme alla gioia che ci regala questa musica mirabile!
Buona serata!!!

Annamaria ha detto...

Oh brava Ambra!!! Concordi anche tu sul fatto che un brano così andava pubblicato subito, vero? Io penso che sia contento anche Bach....
Grazie!!!

egle eglissima ha detto...

Grande Bach! Credo che sia e resti insuperabile, anche se ci sono tanti grandi compositori.
Grazie, Annamaria cara, per questo brano che non conoscevo. Ciò che mi stupisce sempre è che i grandi non hanno epoca. Questa musica potrebbe essere anche contemporanea.
Buona domenica.
egle

Annamaria ha detto...

Cara Egle, è esattamente come hai scritto: i grandi compositori non hanno epoca e questa musica ci raggiunge nel profondo anche oggi. Grandissimo Bach!!!!
Un abbraccio di buona domenica a te!!!

Mirta Luce nel cuore ha detto...

____________8__88_____8
____________88_8__8_____8
___________888_____88___88888
__________8888______88_8____88
_________8888_______88______8_8
_________8888_______88______8_8
_________8888_______8_______8
_________8888_____8_______8
__________88888____8______8
___________8888888______8
__888_________88888_8
8888888________88_____
_8888888_______8_____
__888888_______88_____
___88_____8_____8_____
____8______8____8_____8_88
_______8888_8__88_8_88888
_____888888_8_88__8888888
____8888888__88______88888
____88888_____8_________888
____88_________8__________8
_____8_________8_____
_______________8_____
____________8_8_____
_____________88_8_____
______________88_____
______________8_____ೋღ♥ღೋLuce nel cuore
ೋღ♥ღೋ
ೋღ♥ Carissim@ finalmente ho un po’ di tempo per passare a salutarti.Buon inizio di settimana! Un abbraccio forte per te! ೋღ♥
ೋღ♥ღೋ
ೋღ♥Querid@ amig@ finalmentetengo un poco de tiempo para venir a saludarte¡Feliz inicio de semana! ¡Un gran abrazopara ti! ೋღ♥

Annamaria ha detto...

Grazie di cuore, cara Mirta!!! Sei sempre gentilissima!!!
Ti abbraccio con affetto!!!

Stefyp. ha detto...

Grandiosa... riempe il cuore di gioia...il coro poi lo rende ancora più imponente...hai fatto bene a proporlo...davvero grande Bach.
Un abbraccio a te e grazie per la proposta, splendida come sempre...Stefania

Annamaria ha detto...

Sì, cara Stefania, una cantata proprio grandiosa e imponente che al tempo stesso ci porta in alto con gioiosa leggerezza!!! E' la grandezza inarrivabile di Bach.
Un abbraccio di buona giornata e grazie!!!

Gus Omar O. ha detto...

La musica saltellante di Bach.
Ciao Annamaria.

Annamaria ha detto...

Che memoria, Gus!!! Ti ricordi ancora le note saltellanti di una Sonata in trio che ho postato tempo fa....
Grazie!!!

Beatris ha detto...

Una musica gioiosa che riempie il cuore!
Un abbraccio e buona giornata da Beatris

Annamaria ha detto...

Un abbraccio a te, cara Beatris, e grazie di aver ascoltato questa musica!!!
Spero che regali gioia a tutti coloro che passano di qui.
Buona serata!!!

Nella Crosiglia ha detto...

Da questo post cara la mia ANNAMARIA si evince quanta passione, amore e conoscenza tu dai al grande Bach...
Le occasioni importanti?! Si hai ragione,ma tutto dipende quali sono per il nostro temperamento queste occasioni...
Questa musica io la trovo inconfondibile riferita all'autore e la adatterei veramente a situazioni seriamente profonde.
Questo per ciò che mi riguarda!
Una stretta da stritolo come sempre!

Annamaria ha detto...

Grazie del tuo commento cara NELLA! Io penso che ogni attimo del quotidiano sia in realtà prezioso e profondo come un'occasione importante. La musica di Bach poi - davvero inconfondibile come scrivi - ha la capacità di rivelarci questa profondità e di condurci a viverla.
Ricambio l'abbraccione!!!!