sabato 10 dicembre 2011

Fioriture bachiane

Nel monumentale complesso delle opere di Bach, talora trovano posto brani che, nati all' interno di una composizione, vengono poi ripresi in un altro contesto con diverso strumento solista e differente armonizzazione.
A volte un concerto per violino viene trascritto nella versione per clavicembalo o un pezzo per orchestra viene rielaborato per essere eseguito all'organo.


E' il caso dei
Corali "Schubler", sei preludi per organo a due tastiere e pedaliera, composti da Bach verso la fine della sua vita, cinque dei quali sono tratti da precedenti "Cantate".

Il brano che propongo oggi, il
Corale BWV 650 "Kommt du nun, Jesu, vom Himmel herunter auf Erden" ("Vieni ora Gesù dal cielo sulla terra"), è infatti il secondo movimento della "Cantata BWV 137" per soli, coro e orchestra.
Ma mentre dall'organico della Cantata emergeva in particolare il violino e la melodia si affidava alla voce del contralto, nel successivo Corale è solo l'organo ad interpretare queste parti
con un sapiente ed equilibrato alternarsi e sovrapporsi di temi dalle tastiere alla pedaliera.
La melodia iniziale
infatti - nella quale possiamo ritrovare anche l'eco lontana della più famosa "Aria" dalla "Suite orchestrale n.3 BWV 1068" - viene enunciata sulle tastiere da una luminosa fioritura di note, mentre il vero e proprio canto è poi esposto dalla pedaliera che si sovrappone al tema precedente.
Così le due parti procedono emergendo ora l'una o l'altra in un gioco di studiatissime alternanze.

Il video qui riportato, oltre a presentarci l'esecuzione del brano su di organo "Trost" di grande pregio artistico (come si può vedere, infatti, il legno è preziosamente intarsiato), ci mostra con chiarezza la grande perizia tecnica e interpretativa con cui l' organista, Hans-André Stamm, gestisce la difficile sincronia delle mani e dei piedi.
E dalla sua esecuzione dal ritmo calibratissimo, il testo bachiano fiorisce luminoso e sereno.

Buona visione e buon ascolto!


8 commenti:

Lara ha detto...

Bellissimo post, come sempre i tuoi, cara Annamaria.
Purtroppo non riesco a collegarmi con you tube, ma stamattina dev'esserci qualcosa di bizzarro nel mio computer.
Ciao, un abbraccio.
Lara

Sandra M. ha detto...

Questo proprio non lo conoscevo...sei una miniera!
Grazie anche per Allevi...torno dopo qualche giorni di serie litigate con quello scimunito di Blogger...buona domenica.
Macca

LaFlautista ha detto...

Sì, questo mi piace.

Annamaria ha detto...

Che bello ritrovarti qui Lara!
Grazie! Spero che il tuo pc si sblocchi.
Buona domenica!

Annamaria ha detto...

Sandra, ho letto delle tue disavventure con blogger!!!
Speriamo che tutto si sia aggiustato definitivamente.
Grazie!

Annamaria ha detto...

Chiara....è il tuo Bach!!!

Ambra ha detto...

Magnifica suonata, corde che vibrano e fanno vibrare le corde dell'anima. Ho ascoltato fino in fondo ed ora ti lascio, mentre da questa visita una nuova armonia è nata ed è scesa su di me.

Annamaria ha detto...

Grazie Ambra!
Ti auguro che l'eco di quest'armonia bachiana ti accompagni a lungo!