lunedì 31 gennaio 2011

Profumo di Calycanthus

Un’altra settimana è iniziata, col suo carico di lavoro e di freddo, col suo fardello di impegni e forse di ansie.

Ieri, qui in pianura è ricomparsa la neve, una neve che tuttavia non ha imbiancato i tetti, lasciando il paesaggio colmo di grigiore e di tristezza. Oggi, affiora una campagna giallastra bruciata dal gelo dei giorni scorsi che il pallido sole di mezzogiorno non è riuscito a illuminare.

Eppure gennaio è finito, le giornate sono già più lunghe e la terra sotto la sua crosta di aridità sta covando la primavera. E’ il tempo dell’attesa: arida e brulla, dura e legnosa, eppure anche splendente attesa, piena di speranza per la ricchezza che l’inverno porta dentro, per quella vita che prepara nel segreto.

Lo testimonia un fiore che si apre in gennaio, un fiore dalla bellezza discreta, quasi inosservata, ma dal profumo intensissimo e inebriante: il Calycanthus. Quante volte, in questa stagione, il suo profumo mi ha colto per strada - nel buio della sera - come un regalo inaspettato, una sorpresa che ti fa rallentare il passo e cercare l’albero nascosto magari nella penombra di un giardino!

Come il profumo del Calycanthus può illuminare una sera invernale facendocene scoprire la segreta magìa, così anche una musica può restituire sorriso e forse passo di danza al nostro cuore.

Il secondo movimento della "Sinfonia fantastica" di Berlioz dal titolo "Un ballo", è un valzer dai toni delicati ma anche pieni di irruenza e inebrianti come un profumo. Infatti, il ritmo della melodia - sognante e appassionata - ora rallenta e si allarga a sottolineare con garbo la frase musicale, ora si fa più vivace per arrivare poi ad un finale concitato e trascinante.

Su queste note, buona settimana e buon ascolto!

12 commenti:

amicusplato ha detto...

Una gran bella sinfonia, la "Fantastica", un vero capolavoro :-)

Il Valzer esprime bene i sentimenti che hai espresso nel post :-))

Un inizio alla grande del mese di febbraio, cara Annamaria ;-)

Ciao :-)

Annamaria ha detto...

Grazie Antonio!
E buon febbraio anche a te!
:-))

Caterina ha detto...

ciao cara, ti invidio per il profumo di calycanthus:)). Ho fatto un giro in internet per sapere cosa sia. Se non dimenticheró allora in primavera ne aquisteró una o piú e pianteró nel mio giardino:)). La sinfonia fantastica di berlioz é veramente fantastica. Grazie mia amica e baci

Martha ha detto...

Cara Annamaria, ciò che scrivi è sempre bellissimo e ti ringrazio per le tue parole!!! La musica che hai scelto per accompagnare il profumo del calycanthus, poi, non poteva essere più appropriata: è delicata quanto i petali di un fiore!!!
Un abbraccio,
Martha

Annamaria ha detto...

Grazie Caterina!
Il Calycanthus è proprio il fiore che ho riportato nella foto. Non è appariscente, ma ha un profumo che innamora!
Cercalo: fiorisce proprio in pieno inverno!
Un abbraccio e grazie di esserci!

Annamaria ha detto...

Martha, BENVENUTA in questo piccolo spazio!!!
E grazie di condividere così a fondo parole e musica.
Il "profumo" di questo valzer alleggerisca le nostre giornate!
Ti abbraccio!

lui ha detto...

ciao....che bel post profumato di musica...ciao...un abbraccio..luigina

Annamaria ha detto...

Grazie, cara Luigina!
Un abbraccio anche a te e un augurio di buona giornata!

Stella ha detto...

Sinfonia non monotona, per questo mi è piaciuta molto.
Grazie a te e ad Antonio, mi sto innamorando della musica vera...

Annamaria ha detto...

Grazie Stella, sono contenta!
Sì, questo valzer, ben lontano dalla monotonia, è travolgente!

E comunque, la musica vera - al di là delle epoche e delle classificazioni di genere - è quella che nasce dal profondo e sa parlare al profondo.

Un abbraccio!

cosimo ha detto...

Non c'è stagione e con lei non c'è mese che non ci incanti di qualche regalo della natura. Perchè solo la natura è in grado di fornirci di regali, in modo disinteressato.
Buon pomeriggio

Annamaria ha detto...

Cosimo, hai proprio ragione!
Grazie del tuo commento e benvenuto!